Letture in corso

Quest’anno ho fissato come buon proposito la lettura di importanti romanzi che hanno fatto la storia della letteratura. Li ho aggiunti nella wishlist del Kobo e piano piano la mia libreria virtuale si sta ampliando.

Lettura terminata:

Già dai primi di gennaio ho iniziato ad affrontare le letture, cominciando con Siddhartha di Hermann Hesse.

Un libro breve ma profondo che permette di ragionare sul senso della vita e del vivere. Attraverso la figura di Siddartha, uomo che cerca la propria strada di vita commettendo errori, cadendo e rialzandosi, Hermann Hesse è riuscito ad arrivare all’anima dei lettori facendo vivere, durante la lettura, le stesse emozioni che Siddhartha provava nel corso della storia.
È un libro estremamente riflessivo, per i temi che affronta, le domande che pone e i sentimenti che fa provare al lettore, potrebbe essere classificato come un saggio. Se si è cultori della filosofia in questo romanzo si ritroveranno molti riferimenti riguardanti soprattutto il pensiero indiano ma anche la filosofia ellenistica.
È stata una lettura che ho trovato piacevole e che consiglio vivamente a tutti.

Letture in corso:

Mio padre per Natale mi ha regalato un libro di Murakami ed è il primo libro che leggo di questo autore.
Il romanzo che ho cominciato si intitola L’uccello che girava le viti del mondo ed è diviso in tre parti.

È un libro abbastanza lungo, quindi se la lunghezza vi scoraggia probabilmente questo romanzo non fa per voi.
Fino ad ora, sono arrivata al secondo capitolo della seconda parte e devo ammettere che una volta iniziato non si può far a meno di andare avanti.
Il registro di Murakami, il suo modo di raccontare, trascina il lettore dentro un vortice in cui immagina e vive ciò che sta leggendo, la sensazione è quella guardare un film.
Ci sono scene molto crude e violente che leggendole appaiono vivide e ancora più estreme. Il lettore vive la storia a 360°, empatizza subito con il protagonista Okada Tonū, uomo che si ritrova senza lavoro e la cui vita verrà stravolta dalla scomparsa del suo gatto e da incontri con persone piuttosto bizzarre. Il protagonista si trova a rimettere insieme i pezzi, come un puzzle, è alla ricerca delle risposte giuste che possano completare la figura, dando un senso a ciò che sta vivendo. Per adesso questa lettura è molto intrigante.


Altro libro che ho cominciato, questa volta sul kobo, è Palomar di Italo Calvino.
Lettura piacevole e scorrevole.

Il protagonista Palomar è un uomo che si pone delle domande in tutto ciò che fa, che osserva e riflette, la sua mente girovaga e spesso si perde nei pensieri. Anche questo libro è breve e permette di ragionare su molti aspetti della vita, alcuni racconti rappresentano delle metafore che lasciano il lettore sospeso a riflettere su tematiche importanti.

Nelle prossime settimane porterò avanti questi articoli di aggiornamento letture: una sorta di leggiamo insieme, cercherò di raccontarvi i libri che sto leggendo in maniera specifica e cominceremo con Murakami, la prima parte del libro L’uccello che girava le viti del mondo.
Quindi, come possiamo chiamare questa nuova rubrica?

Un commento

Rispondi a henye98 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...